ARTROSI DEGENERATIVA IL PROBLEMA PER MOLTI SPORTIVI

ARTROSI DEGENERATIVA IL PROBLEMA PER MOLTI SPORTIVI

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

L’artrosi  è un’alterazione degenerativa cronica della cartilagine articolare.

Cartilagine materiale duro, ma elastico, che ricopre le estremità delle ossa.

L’artrosi  è classificata come una patologia piuttosto comune che colpisce, con l’avanzare dell’età, buona parte delle persone.

La cartilagine svolge azione protettiva e lubrificante per ridurre gli attriti.

Ha la capacità di assorbire gli impatti, migliorando la funzionalità complessiva dell’articolazione.

In ambito sportivo è conosciuta  come artrite da logoramento o artrite da carico.

Interessa particolarmente chi nel corso della vita ha svolto attività  sportive  intense e prolungate.

L’usura della cartilagine è anche  influenzata da altri fattori, primo fra tutti il peso corporeo che, quando è elevato, sottopone le articolazioni ad uno stress aggiuntivo.

Le micro lesioni alle cartilagini, causate da piccoli traumi ripetuti nelle attività sotto carico, rappresentano il principale fattore di rischio per gli atleti.

L’artrosi dell sportivo  può anche verificarsi a causa di traumi acuti severi, le probabilità aumentano quanto maggiori sono state le lesioni acute e croniche subite  nel corso della sua carriera.

La problematica  interessa prevalentemente il ginocchio, l’anca, le vertebre lombari e cervicali, l’articolazione dell’alluce e quella alla base del pollice.

Risultati immagini per artrosi nello sportivo

Come si sviluppa l’artrosi dello sportivo.

L’avanzamento è per stadi  a causa di:

lussazione, frattura, distorsione, contusione ma anche per microtraumi ripetuti.

In questi casi la cartilagine viene a perdere la sua caratteristica levigatezza superficiale, usurandosi e diventando ruvida.

L’ultimo stadio è rappresentato dalla completa scomparsa della cartilagine, che si accompagna a deformità e rigidità articolare, eventualmente associate a gonfiore.

Nella fase iniziale non è dolorosa, poiché la cartilagine articolare manca di innervazione,compare dolore solo quando la lesione interessa i tessuti circostanti.

Dolore e gonfiore insorgono durante e dopo l’attività sportiva,regrediscono con un’appropriata cura farmacologica e con un breve periodo di riposo,alla mattina appena alzati o dopo una giornata di riposo.

Quando l’artrosi colpisce il collo e le vertebre cervicali, ci sono sintomi specifici, come vertigini, formicolii, cefalee ed un dolore che si irradia lungo il braccio.

La diagnosi.

Serve un’accurata indagine medica sulla storia clinica del paziente e dei famigliari che possono  fornire elementi preziosi per la  diagnosi.

La prevenzione e la cura.

Non esiste una vera e propria cura dell’osteoartrite, anche se in proposito sono stati fatti grossi passi in avanti.

La terapia tradizionale si basa sul controllo del dolore.

Il controllo del dolore aumenta la qualità della vita e ritarda il più possibile l’intervento chirurgico per la rimozione dell’articolazione logorata e di sostituzione con un’articolazione artificiale.

Utile l’uso di integratori sia durante la vita sportiva ma anche e sopratutto come prevenzione anche in età giovanile o all’inizio della tua vita sportiva sia da professionista ma anche come amatore.

Gli integratori più adatti sono a base di:

Metil Sulfoni Metano,Vitamina C, Glucosamina Condroitinsolfato, Acido Ialuronico.

La prevenzione si attua, essenzialmente, attraverso l’uso ragionevole delle articolazioni. 

Un’attività fisica regolare  è utile per prevenire l’osteoartrite, in quanto rinforza i legamenti e la muscolatura che stabilizza l’articolazione, prevenendo infortuni e pericolosi disallineamenti.

Se il paziente è sovrappeso è fondamentale il dimagrimento, in modo da diminuire il carico sull’articolazione dolente.

L’attività fisica è particolarmente utile anche in caso di osteoartrite conclamata i benefici ottenibili sono numerosi:

maggiore mobilità articolare, rinforzo muscolare e stabilizzazione dell’articolazione, mantenimento o riduzione del peso corporeo, migliore equilibrio e prevenzione delle cadute.

Pratiche consigliate e considerazioni finali.

Ciclismo e attività in acqua,sconsigliata invece la corsa (meglio il cammino  su superfici soffici).

Per ritardare l’aggravarsi della problematica farsi seguire, almeno nelle fasi iniziali, da un esperto in grado di redigere un corretto programma di esercizio fisico.

Seguire in contemporanea un programma integrativo costante e protratto per anni.

Integrazione per le articolazioni dello sportivo e come tenerle sane

Metil Sulfonil Metano, Vitamina C, Glucosamina Condroitinsolfato,

Leggi qui sulle articolazioni degli sportivi

L’artrosi e le sue cause

QUI MSN NATURALE DALLE CORTECCIE DI PINO   

HORNY GOAT WEED PER AUMENTARE LE PRESTAZIONI

 

Maurizio Gobetti

Buona lettura e se l'articolo ti è piaciuto condividilo sui social network. Puoi lasciare un commento mi sarà molto gradito. Maurizio

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
Share