PROSTATA E SALUTE

PROSTATA E SALUTE

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Prostata e la sua salute  quale alimentazione e integrazione?

La conseguenza più evidente di problemi alla prostata è la cosidetta  prostatite che colpisce  i maschi giovani un pò di tutte le età anche se le maggiori probabilità arrivano dopo i 40 anni  per questo è di  di fondamentale importanza seguire una alimentazione controllata dalla giovane età.

Una corretta alimentazione è indispensabile per alleviare i fastidi perché molti degli alimenti che introduciamo con la dieta sono un buon nutrimento per noi ma sfortunatamente anche per loro

Poi bisogna alleviare  i fastidi e calmare l’infiammazione batterica,  generalmente causata da batteri e funghi che utilizzano il tessuto prostatico per vivere e proliferare.

La prima cosa da fare è privare i batteri, che vivono e prolificano nel tessuto prostatico, degli alimenti di cui si nutrono, sostituendoli con altri cibi e sostanze in grado di irrobustire l’organismo ed aiutarlo a combattere l’infezione.

La prostatite è accompagnata da ingrossamento della prostata con dolore, difficoltà nella minzione, disfunzioni erettili e altri problemi di salute diversi, spesso legati a fatica intensa, assunzione da lungo tempo di medicinali e cattiva alimentazione.

Ovvio  che una disfunzione di questo tipo che interessa la prostata e quindi prevalentemente l’apparato urinario, può essere combattuta soprattutto eliminando quei cibi che accentuano il problema e che sono  presenti quotidianamente sulle nostre tavole.

In caso di prostatite acuta o cronica si dovrà ricorrere  ad una terapia medica specifica ma anche ad una dieta sana, una moderata attività fisica e soprattutto ad un buon apporto quotidiano di liquidi (almeno 1.5/2  lt al giorno). Molta attenzione dovrà essere rivolta inoltre alla regolarità intestinale, aiutandola eventualmente con l’assunzione di prugne, kiwi fermenti.

L’alimentazione.

Per calmare l’infiammazione,è importante privare i batteri del loro nutrimento, limitando o eliminando i loro “cibi preferiti”, in modo che si riproducano meno,allo stesso tempo è necessario mangiarne altri per irrobustire l’organismo e aiutarlo a combattere l’infezione. Il consiglio non è quello di eliminare tutti i cibi potenzialmente nocivi in una volta sola, piuttosto procedere gradualmente, in modo che l’organismo non ne risenta troppo.

La Società Italiana di Urologia indica una lista di cibi amici e nemici  della prostata.

  • Fra gli alimenti dannosi o almeno da limitare  ci sono: i cibi con lievito, il pepe, il peperoncino, i crostacei, gli insaccati, gli alcolici (birra compresa), i superalcolici e il caffé.
  • Fra gli alimenti consigliati quelli contenenti sostanze antiossidanti ricchi di vitamine A, C, E, selenio, zinco e manganese, quali  carote, broccoli, cavolfiori, peperoni, noci, carni rosse, fegato e cereali integrali.

Ultimamente le disfunzioni della prostata sono considerate patologie nutrizionali perché con l’alimentazione occidentale, ricca di alimenti di origine animale (carne, latticini e uova), le tossine ambientali tendono ad accumularsi,frutta e ortaggi invece sembrano avere un effetto protettivo.

Il fine ultimo della dieta per la prostatite è infatti quello di rimuovere i batteri.Innanzitutto è fondamentale bere grandi quantità d’acqua per aumentare la minzione (almeno 2-3 litri di urina al giorno), così da evitare il ristagno delle urine e aiutare il lavaggio della maggior parte dei microrganismi.

In sintesi cosa fare.

Per una corretta alimentazione, l’ideale è scegliere alimenti freschi e non lavorati come:

frutta, verdura, cereali integrali, soia, noci, olio d’oliva e pesci d’acqua fredda ricchi di omega-3 (salmone, tonno, sardine o sgombri) argilla e limone.

Mangiare  pomodoro o salsa di pomodoro, che contiene licopene, un carotenoide essenziale nella protezione della prostata.

Mangiare cibi ricchi di vitamine, sali minerali, proteine e fibre.

Semi di zucca: sono ricchi di fitosteroli e isoflavoni, che possono prevenire l’iperplasia prostatica benigna.

Spinaci: contengono Vitamina E e beta-carotene, combinazione che può ridurre il rischio di problemi alla prostata

Curcuma: spezia con elevate proprietà benefiche.

Soia, i cui principi attivi sono simili a quelli dei semi di zucca. Nei paesi asiatici, dove i prodotti di soia si mangiano più frequentemente, ci sono pochissimi uomini con problemi di prostatite o tumore alla prostata.

Argilla presa a cicli.

Bere mezzo limone ogni sera con abbondante acqua tiepida ( è pur vero che gli agrumi irritano ma il beneficio è talmente forte che viene tutto bilanciato)

Aloe Vera con mirtillo ogni giorno il mattino prima di colazione

Assumere  integratori adeguati che aumentino il valore nutrizionale della dieta. Le vitamine e i sali minerali più importanti per contrastare la prostatite sono la Vitamina C (antiossidante che aiuta nella guarigione), la Vitamina E (antiossidante che migliora il sistema immunitario), il Selenio (oligominerale che potenzia l’effetto della vitamina E) e lo Zinco (minerale che migliora l’integrità del tessuto prostatico e la sua capacità di prevenire le infezioni).

Stimolare la minzione bevendo acqua e antiossidanti.

Preferire alimenti provenienti da agricolture biologiche, anche per evitare l’eccesso di ormoni spesso utilizzati per aumentare la produzione. Gli ormoni infatti sono responsabili del cattivo funzionamento o dell’ipertrofia della prostata.Inoltre, il colesterolo è il principale precursore degli ormoni ed è questo il motivo deve essere tenuto a bassi livelli, mangiando alimenti ricchi di fibre e di omega-3.

Prostatite e alimentazione

Cosa evitare.

Cibi che possono aumentare l’acido urico, un prodotto del metabolismo delle purine (carne e pesce latticini); se il livello di acido urico nelle urine è troppo alto, si possono formare dei cristalli dallo stesso acido urico che, accumulati dei tratti di reflusso o nella prostata possono causare irritazione e infiammazione.

Cibi dei fast food, che solitamente sono fritti, ricchi di grassi saturi, colesterolo e zuccheri e poveri di fibre e altri nutrienti essenziali.

Patatine fritte e patatine, che contengono un particolare amminoacido, l’asparagine, che se scaldato ad alte temperature (come succede nella frittura) può formare acrilamide, una sostanza altamente tossica.

Eliminate i cibi con lievito ma anche gli zuccheri raffinati e i cibi fritti.

Evitare o limitare il sale e i cibi speziati e salati.Gli alimenti che contengono:peperoncino, pepe o altre salse piccanti, oppure con una forte aggiunta di sale, peggiorano i sintomi della prostatite, mentre l’aglio è un potente antibiotico.

Limitare il consumo di alcool.Gli alcolici hanno un effetto negativo sulla prostatite e può sia scatenare che aggravare un evento; l’alcol provoca disidratazione, una situazione altamente controindicata per chi soffre di prostatite.

Ridurre la caffeina, come caffè, cioccolato, coca-cola, the (il verde va bene) e altre bevande gassate che possono causare irritazione e disidratazione.

Evitare del tutto questi alimenti è quasi impossibile ma una loro limitazione è indispensabile, comunque nel casi di una cena viaggi o altro seguire il più possibile i seguenti consigli.

Una alimentazione di questo tipo non è difficile da mettere in pratica, inoltre con poche rinunce e qualche accorgimento la vostra prostata ne otterrà un grande beneficio.

Fare attenzione degli alimenti che causano allergie o intolleranze alimentari, perché sembra che le allergie possano essere causa di malattie croniche come la prostatite non batterica.

Esempio di corretta alimentazione per chi soffre di prostatite

Colazione.

Prima di colazione appena alzato 1 misurino Aloe Vera in Gel con 1 bicchiere di acqua

bevi latte di soia o mandorle o riso oppure the Verde + 3 fette biscottate con miele o marmellata di mirtilli con pochi zuccheri, oppure kefir con cereali integrali con avena orzo amaranto qualche noce o mandorla

Spuntino

Frutta fresca con un bicchiere di Fibre Solubili

Pranzo

Pasta integrale al pomodoro+Insalata mista con verdura di stagione condita con limone olio poco sale

Spuntino

semi di zucca o frutta secca con frutta di stagione+the o caffe di orzo o latte di soia di mandorle o riso o avena

Cena

tacchino o pesce in umido o alla griglia+spinaci o insalata mista-Condire con olio extravergine di oliva crudo limone

Mezzo pezzo di pane integrale.

Considerazioni.

Ricorda che i consigli di questo articolo hanno valenza preventiva adatti  in particolare per gli uomini  dai 40 anni in su. Naturalmente non vanno a sostituire il tuo medico in particolare l’urologo che deve essere il tuo riferimento almeno annuale poi quanto scrivo può  essere un aiuto che puoi associare al trattamento  prescritto e  che devi seguire. 

Come leggi alimentarsi con criterio evita molti problemi considera che quando hai problemi alla prostata è semplicemente il risultato di tutto il lavoro supplementare che questo organo ha dovuto fare a causa dei tuoi disordini alimentari. con questo articolo spero di essere stato d’aiuto poi segui i consigli ogni giorno fai integrazione e sport con gioia ma ricorda di volerti bene mangiando rispettandoti.

In linea generale bisogna variare i cibi non fumare dimagrire e fare sport amatoriale queste sono le basi e se soffri a livello sessuale e di minzione l’integrazione può fare molto.

Maurizio

Guarda qui trovi le  modalità che  ti aiuteranno considerevolmente nel migliorare la tua qualità di vita- anche sotto l’aspetto sessuale.

Qui  Antiossidanti per la tua Prostata.

Link utili che ho cercato per te,leggili ti aiuteranno per prevenire e informarti sulla salute della tua prostata.

http://www.prostatitis2000.org/it/sintomatologia

http://www.fondazioneveronesi.it/search?q=prostata

http://www.fondazioneveronesi.it/articoli/oncologia/ce-un-nuovo-test-il-carcinoma-prostatico

http://www.fondazioneveronesi.it/articoli/oncologia/prostata-un-tumore-sempre-piu-diffuso-ma-che-oggi-fa-meno-paura

Maurizio Gobetti

Buona lettura e se l'articolo ti è piaciuto condividilo sui social network. Puoi lasciare un commento mi sarà molto gradito. Maurizio

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
Share