Acidità di stomaco

Acidità di stomaco

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Acidità di stomaco.
Acidità di stomaco è un disturbo comune ai nostri giorni,ha un peggioramento nei cambi di stagione ma dobbiamo distinguere fra un malessere passeggero o un fastidio continuo.

Acidità di stomaco è un disturbo comune ai nostri giorni,ha un peggioramento nei cambi di stagione ma dobbiamo distinguere fra un malessere passeggero o un fastidio continuo.

Cosa fare per risolvere il problema senza i dannosi anti acidi?

Possibile ricorrere a dei rimedi specifici, anche per quanto riguarda i farmaci da assumere che sono di competenza medica in ogni caso è sconsigliabile l’automedicazione, importante comunque è curare l’alimentazione, scegliendo bene cosa mangiare.

I cambiamenti delle abitudini alimentari, soprattutto quando si cambia orari e frequenza, la composizione e la quantità dei cibi .

Se si tratta di un periodo isolato la causa può essere ricondotta ad una cattiva digestione, specialmente nel caso di eccessi alimentari o viaggi per esempio.

Altra causa di acidità di stomaco se si manifesta in modo continuo e nel tempo può essere chiamata reflusso gastroesofageo, si manifesta principalmente con bruciori di stomaco.

Da tenere in considerazione per una eventuale recidiva e cura i motivi più complessi, come l’ulcera dello stomaco o del duodeno o l’ernia iatale da non trascurare nemmeno eventuali cause psicologiche, come lo stress o i traumi emotivi.

Il rimedio più conosciuto contro l’acidità di stomaco è il bicarbonato di sodio, anche se esso tende a perdere presto i suoi effetti.

Tra l’altro dovrebbe essere evitato in gravidanza e nei pazienti affetti da insufficienza renale e da ipertensione, perché il bicarbonato non fa altro che determinare un incremento della quantità di sodio assorbita.

L’automedicazione a base di farmaci è sconsigliata.

È meglio infatti rivolgersi al medico, se si tratta di un disturbo che persiste.

Ci sono anche dei rimedi naturali contro l’acidità di stomaco molto utile è l’impiego di aloe, menta, carciofo, cumino, rabarbaro e assenzio.

Di norma l’acidità gastrica è gestibile adottando delle semplici regole che sarebbe bene osservare:

  1. evitare pasti troppo abbondanti preferire pasti piccoli ma frequenti e a orari regolari,mangiare lentamente
  2. fare una pausa dopo il pranzo prima di riprendere l’attività lavorativa,evitare di sdraiarsi dopo mangiato
  3. smettere di fumare, fare attività fisica, dimagrire se si è in soprappeso
  4. limitare l’uso di alcolici e di caffè
  5. pane e derivati ben cotti ( è invece da evitare il pane fresco )
  6. preferire la verdura cotta ( quella cruda è meno tollerata)
  7. la frutta cotta e fresca ( evitando quella acerba, la frutta secca o essiccata ),bere il tè leggero
  8. il caffè d’orzo, le tisane e i succhi di frutta,evitare succhi di pompelmo e agrumi in generale e di albicocca, limitare il zucchero raffinato ( cercare di limitare la quantità di dolci, soprattutto fritti e farciti )
  9. il burro e l’olio sono da utilizzare preferibilmente a crudo
  10. usare il succo di limone al posto dell’aceto
Per chi cerca un supporto naturale da abbinare alla normale cura medica si sono rilevati molto utili l’Aloe Vera Gel e i Probiotci questo per la loro azione di bilanciamento da eventuali strapazzi allo stomaco.
Se cerchi un aiuto naturale per la tua  Acidita di Stomaco guarda qui io ti posso aiutare.
N.B. Le consulenze non hanno la pretesa di fornire cure e terapie, non sostituiscono prescrizioni mediche, non promettono ne garantiscono guarigioni.
La dieta pH
Misurate il vostro pH per la salute ortomolecolare del corpo, della mente e dell’anima

Guarisci il tuo Apparato Digerente - Libro
… e risolvi reflusso gastroesofageo, alitosi, cattiva digestione, disturbi alla cistifellea, ulcere, coliti, diverticolite, emorroidi, costipazione, sindrome del colon irritabile e molto di più. Un metodo naturale.

Maurizio Gobetti

Buona lettura e se l'articolo ti è piaciuto condividilo sui social network. Puoi lasciare un commento mi sarà molto gradito. Maurizio

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
Share